Regolamento

Bando Musicale per la reinterpretazione dei più celebri brani (canzoni e colonne sonore) di Riz Ortolani  a cura  della Fondazione Riz Ortolani  e del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti. Ideazione e direzione artistica di Renato Marengo.

L’iniziativa gode del Patrocinio della SIAE del Nuovo Imaie e del supporto di Classic Rock, Classic Rock on Air, Cinecorriere, Colonne Sonore, SoundTrack City

Art. 1 Oggetto del bando

Il presente regolamento stabilisce i termini per accedere alla selezione di artisti, band, musicisti, dj e di altre formazioni aperte ad ogni genere e stile allo scopo di stimolare nuove interpretazioni di 35 brani selezionati all’interno dell’ampio catalogo del Maestro Riz Ortolani. Il contest è a cura della Fondazione Riz Ortolani e del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti  (da questo momento chiamati “Organizzazione”) e dedicato alla migliore reinterpretazione di un brano del Maestro Riz Ortolani.

Art. 2 Requisiti di ammissione

Sono ammessi a partecipare alla selezione tutti gli artisti, band, musicisti, dj e altre formazioni di età non inferiore a diciotto anni e non superiore a 35 anni, compiuti alla data del 31 marzo 2021, singoli o costituiti in gruppo (in caso di duo o gruppi i limiti di età devono essere rispettati da tutti i componenti). I partecipanti, attraverso un link presente nel sito dedicato (https://www.riarrangiariz.it/), potranno registrarsi e visionare l’elenco dei 35 brani da cui sceglierne uno a cui ispirarsi, brani che sono stati preventivamente individuati dalla Fondazione Riz Ortolani e dalla Direzione Artistica; compilata tutta la modulistica dedicata, tutti i registrati potranno effettivamente inviare i propri materiali e finalizzare la propria iscrizione al contest.

Chi partecipa potrà scegliere liberamente un brano che potrà presentare con una propria interpretazione realizzando un proprio arrangiamento e/o orchestrazione.

La nuova versione del brano deve discostarsi da quella originale.

Ciascun partecipante potrà inviare per il contest un solo brano, sia esso un nuovo arrangiamento o una rielaborazione.

Resta inteso che i 35 brani originali di Riz Ortolani ascoltabili sul sito sono messi a disposizione dei partecipanti al Contest esclusivamente per l’ascolto. I brani non possono, pertanto, essere in alcun modo utilizzati per nessun altro uso, né trasmessi in radio o su altre piattaforme di diffusione, a tutela del diritto d’autore e dei diritti connessi relativi.

Art. 3 Presentazione della documentazione.

Le reinterpretazioni e le rielaborazioni dovranno essere inviate esclusivamente tramite sito sulla pagina dedicata e sulla sezione utente riservata all’atto dell’iscrizione. A tutti i partecipanti verrà chiesto – al fine di completare l’iscrizione – di compilare una serie di documenti e di caricare un file audio che dovrà avere come estensione .mp3 e una dimensione non superiore ai 10 MB. L’iscrizione dovrà pervenire, pena l’esclusione, entro e non oltre il 2 luglio 2021.

I documenti richiesti sono:

  1. il documento contenente la liberatoria per il trattamento dei dati personali e l’autorizzazione ad effettuare riprese fotografiche, televisive e registrazioni audio/video, debitamente firmato dal partecipante (per i gruppi dovranno essere inviate le liberatorie firmate da ciascun componente), esclusivamente in formato PDF (è possibile scaricare da qui il modello).
  2. Curriculum completo dell’artista;
  3. Foto (dell’artista, del duo o della band che partecipa) in formato jpg;
  4. Copia del documento di identità in corso di validità del candidato (per i gruppi i documenti devono essere inviati da tutti i componenti);

Si precisa che l’iscrizione è gratuita.

Le dichiarazioni mendaci, oltre ad essere punite ai sensi di legge, comporteranno la non ammissione o l’esclusione dei candidati dalla manifestazione, in ogni fase e momento della medesima, senza diritto ad alcun tipo di rimborso per eventuali spese sostenute.

L’Organizzazione non può essere ritenuta responsabile della mancata ricezione dei materiali inviati via mail dai partecipanti come pure dell’integrità e della qualità della reinterpretazione inviata.

A garanzia dei concorrenti si suggerisce di inviare la documentazione (fatta esclusione per foto e audio) anche a riarrangiariz@gmail.com, in modo da permettere un adeguato controllo incrociato dei dati. Sarà cura della Segreteria dare riscontro dell’adeguata ricezione di tutti i materiali.

Art. 4 Selezione dei brani

L’Organizzazione del contest valuterà quali reinterpretazioni e/o rielaborazioni, tra quelle regolarmente pervenute attraverso le modalità di cui all’art. 3, potranno essere ammesse alla gara e formare una prima rosa di Semifinalisti.

A tutti i Semifinalisti sarà offerta l’opportunità di incontrare prestigiosi professionisti del settore cinema e colonne sonore (produttori, editori, registi, music supervisor, compositori, critici musicali e cinematografici) in occasione di una giornata (online o comunque nel totale rispetto delle normative Covid) di face- to- face.

Al termine del face- to- face la Giuria annuncerà i nomi degli 8 finalisti. Per ciascun finalista la giuria esprimerà un giudizio sintetico redigendo un documento che sarà conservato in busta chiusa. Tale giudizio è insindacabile.

Art. 5 Finali

Gli otto brani finalisti selezionati dalla Giuria saranno resi noti sul sito riarrangiariz.it e i rispettivi brani, per la votazione del pubblico, verranno caricati su Youtube su un canale dedicato e messi a disposizione per la votazione del pubblico: sarà ovviamente possibile esprimere un solo voto.

Al termine delle votazioni che si svolgeranno secondo future indicazioni dell’Organizzazione, i valori in percentuale del voto popolare del web e della Giuria del contest saranno sommati e decreteranno i primi tre classificati che si esibiranno al MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti che si terrà a Faenza nella prima settimana di ottobre 2021: in questo contesto verranno decretati primo, secondo e terzo premio. Date e circostanze dell’esibizione terranno ovviamente conto delle circostanze imposte dalla pandemia e delle relative disposizioni di legge.

Art. 6 Convocazione dei primi classificati

I primi tre classificati saranno convocati tramite posta elettronica al fine della partecipazione dal vivo alla finale del premio; tale partecipazione sarà ovviamente a titolo gratuito.

L’Organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali problemi relativi a recapiti postali o telematici.

Gli elenchi dei nominativi dei candidati convocati ed il calendario della manifestazione saranno resi pubblici sul sito Internet www.riarrangiariz.it che sarà l’unico sito di riferimento per tutte le informazioni del concorso. È pertanto onere di ciascun candidato la consultazione periodica del suddetto sito Internet.

Art. 7 Serata finale

I premi tre classificati saranno ospitati dall’Organizzazione e parteciperanno a titolo gratuito alla serata finale che si terrà in occasione del MEI 2021, le cui modalità, stabilite dall’Organizzazione, saranno comunicate agli artisti ammessi in tempo utile.

Nella serata finale saranno invitati, oltre alla Giuria, operatori del settore e giornalisti della carta stampata, online, della radio e della televisione, che decreteranno al termine il vincitore assoluto del premio.

Art. 8 Premi

Al termine della serata il vincitore riceverà una borsa di studio di 1.000,00 Euro messa in palio dalla Fondazione Riz Ortolani e il brano vincitore sarà inserito dall’etichetta Materiali Musicali nella propria offerta musicale. Inoltre il vincitore riceverà una Targa Riz Ortolani e il brano diventerà la sigla di chiusura per un mese del programma musicale Classic Rock on Air. Al secondo e terzo classificato saranno assegnate due borse di studio di 400,00 Euro a testa e i relativi brani saranno inseriti assieme ai brani degli altri cinque semifinalisti  che non hanno avuto accesso alla finale, nella offerta musicale sulle piattaforme di Materiali Musicali.

Art. 9  Direzione Artistica

La direzione artistica del contest è a cura di Renato Marengo con la collaborazione di Giordano Sangiorgi, Presidente de lMEI.

Art.10 Foro competente

In caso di controversie è competente, in via esclusiva, il Foro di Ravenna.